Articoli con tag: Poesia d’amore

Ascoltando la cetra

Vibra la cetra dorata, sul suo saldo supporto, per il tocco di lei, dalle dita di giada. Poiché invoca attenzioni, dal suo giovin signore, si concede, ogni tanto, di sbagliare un accordo.

Ascoltando la cetra

Vibra la cetra dorata, sul suo saldo supporto, per il tocco di lei, dalle dita di giada. Poiché invoca attenzioni, dal suo giovin signore, si concede, ogni tanto, di sbagliare un accordo.

Canzone

Noi, finché i giorni d’ombra son maturi, noi dobbiamo piangere e cantare (…) noi i nostri amori li dobbiamo perdere

Canzone

Noi, finché i giorni d’ombra son maturi, noi dobbiamo piangere e cantare (…) noi i nostri amori li dobbiamo perdere

Se devo vivere

Se devo vivere senza di te, che sia duro e cruento, la minestra fredda, le scarpe rotte,

Se devo vivere

Se devo vivere senza di te, che sia duro e cruento, la minestra fredda, le scarpe rotte,

Prima parola

“Avvicina il tuo cuore ed inclina il tuo sangue

Prima parola

“Avvicina il tuo cuore ed inclina il tuo sangue

“Rime”, Gustavo Adolfo Bécquer

«La mia vita è un deserto, fiore che tocco appassisce; nel mio cammino fatale qualcuno va seminando il male affinché io lo raccolga.» (Rima LX)

“Rime”, Gustavo Adolfo Bécquer

«La mia vita è un deserto, fiore che tocco appassisce; nel mio cammino fatale qualcuno va seminando il male affinché io lo raccolga.» (Rima LX)

La voce a te dovuta

“Non ho bisogno di tempo per sapere come sei: conoscersi è luce improvvisa. Chi ti potrà conoscere là dove taci, o nelle parole con cui tu taci?”

La voce a te dovuta

“Non ho bisogno di tempo per sapere come sei: conoscersi è luce improvvisa. Chi ti potrà conoscere là dove taci, o nelle parole con cui tu taci?”