Articoli con tag: Letteratura ispanoamericana

Andarsene

«Andarsene, era questo che papà sapeva fare meglio, andarsene ma anche tornare, come un soldato sempre in guerra, giusto il tempo di radunare le forze per andarsene una volta ancora.»

Andarsene

«Andarsene, era questo che papà sapeva fare meglio, andarsene ma anche tornare, come un soldato sempre in guerra, giusto il tempo di radunare le forze per andarsene una volta ancora.»

Novità in libreria

«La carta è paziente, ma il lettore non lo è.» J. Joubert

Novità in libreria

«La carta è paziente, ma il lettore non lo è.» J. Joubert

Se devo vivere

Se devo vivere senza di te, che sia duro e cruento, la minestra fredda, le scarpe rotte,

Se devo vivere

Se devo vivere senza di te, che sia duro e cruento, la minestra fredda, le scarpe rotte,

Le scimmie

«Scimmie, scimmioni, stupidi, vili e innocenti, con l’innocenza di una baldracca di dieci anni. Così stupidi da non rendersi conto che i prigionieri erano loro e nessun altro, compresi le madri, i figli, e i padri dei loro padri. Sapevano

Le scimmie

«Scimmie, scimmioni, stupidi, vili e innocenti, con l’innocenza di una baldracca di dieci anni. Così stupidi da non rendersi conto che i prigionieri erano loro e nessun altro, compresi le madri, i figli, e i padri dei loro padri. Sapevano

Lezioni di letteratura

«Fin da molto piccolo il fantastico non era per me quello che la gente considera fantastico; per me era una forma della realtà che in determinate circostanze si poteva manifestare»

Lezioni di letteratura

«Fin da molto piccolo il fantastico non era per me quello che la gente considera fantastico; per me era una forma della realtà che in determinate circostanze si poteva manifestare»

L’oblio

L’oblio non è una vittoria sul male né su niente e se è la forma velata di burlarsi della storia per questo c’è la memoria che si spalanca in cerca di qualche luogo che restituisca il perduto non dimentica chi

L’oblio

L’oblio non è una vittoria sul male né su niente e se è la forma velata di burlarsi della storia per questo c’è la memoria che si spalanca in cerca di qualche luogo che restituisca il perduto non dimentica chi