Un marziano a Roma

«Il marziano ha accettato di fare una particina di marziano in un film che sarebbe diretto da Roberto Rossellini, il quale si sta interessando affinché al finanziamento del film partecipi una società marziana»

di Jean Rabe

marziano_a_romaNella storia della fantascienza, così come nei fantasiosi ambienti ufologici, prevalgono quasi sempre due opzioni: i marziani, gli extraterrestri, gli alieni… sono ritenuti ostili se non nemici mortali dei terrestri oppure appaiono come amichevoli e persino salvatori dell’umanità. Emblematicamente, proprio su questa antitesi si gioca un film cult come Ultimatum alla Terra (The Day the Earth Stood Still) del 1951, prodotto mentre si temeva che la guerra di Corea potesse portare ad un devastante terzo conflitto mondiale.

Tre anni dopo, nel 1954, Ennio Flaiano scrisse un breve racconto in cui, con surreale ironia, prendeva in considerazione un’imprevista ma alquanto veridica possibilità: lo sbarco di un essere proveniente da un altro pianeta, dopo un primo momento di morbosa curiosità spettacolare, non avrebbe innescato alcuno scontro di civiltà, ma sarebbe rientrato nella normalità di un vivere dominato da consumismo e conformismo, al punto da annoiare e deludere persino lo straniero venuto dallo spazio.

marziano_1Il titolo era Un marziano a Roma (di recente plagiato da Ignazio Marino per un libro banalmente elettorale) ed è ancora una lettura divertente e abbastanza nota, anche se forse la sua successiva, assai meno conosciuta, versione teatrale – edita nel 1960 da Einaudi – è ancora più ricca di situazioni paradossali e disseminata di potenziali aforismi, irraggiungibili, come “è prudente portarsi un idraulico al mare”.

La sua prima rappresentazione in scena, a cura della compagnia del Teatro popolare italiano di e con Vittorio Gassman, fu accolta dal pubblico con fischi e pernacchie, a riprova di quanto fosse stato toccato nel vivo; ma d’altronde persino Kunt, il marziano del racconto, appena consumata l’effimera notorietà era stato presto oggetto del medesimo cinico trattamento per la sua diversità.
D’altra parte è noto che si deride la diversità altrui, per non essere derisi per la propria uniforme omologazione.

Dopo quel provocatorio esordio la commedia venne in seguito riproposta, divenendo una delle opere teatrali più note di Flaiano da cui fu tratta pure una versione televisiva per la Rai nel 1983, oltre ad ispirare liberamente un paio di film per il cinema.

marziano_2Appendici preziose al testo sono un Taccuino del critico romano Gerardo Guerrieri impietosamente critico verso una certa presunzione culturale capitolina (O città ideale! Patria degli ambigui!) e un importante contributo di Roland Barthes su e contro la falsa avanguardia dell’epoca: “il teatro realista soccombe troppe volte alla timidezza dell’autore drammatico, al conformismo del linguaggio. Per timore dell’anarchia, vengono accettate, senza difficoltà le vecchie forme fruste di teatro, e si dimentica facilmente che si tratta di ripensare la materialità stessa del teatro oltre che la sua ideologia”.

Avvertimenti non ancora scaduti, per un teatro troppo spesso “compatibile” anche quando si autorappresenta come espressione d’impegno politico o sociale, cercando allo stesso tempo gli applausi della platea come del loggione.

 

Ennio Flaiano, Un marziano a Roma, Quaderni del teatro popolare italiano, n. 3, Einaudi, Torino, 1960.

Il racconto si trova invece in in E.Flaiano, Diario notturno, Milano, Adelphi, 1994, oppure può essere letto in rete (http://2010.festivaldelleletterature.it/it/testi/32/un-marziano-a-roma.html).

Le immagini che accompagnano il testo sono riproduzioni dei costumi di scena realizzati da Maria de Matteis.

 

Jean Rabe, tipo poco raccomandabile e frequentatore di bassifondi librari.

Informazioni su Collaboratori di Aspettando il caffè

libri & sconfinamenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: